Psicoterapeuta Torino

Psicologa Psicoterapeuta
Marlene Rittà

Sono una psicologa, psicoterapeuta di Torino. Da più di quindici anni mi occupo di terapia familiare, individuale sia con adulti che con bambini, di coppia, e di cura dei disturbi del comportamento alimentare.

Ho esperienza nel campo delle problematiche relative alla genitorialità, all’età evolutiva e in qualità di Consulente Tecnico di Parte in procedimenti giudiziari civili e penali.

Come lavoro

Il mio approccio terapeutico che si basa sul modello sistemico-relazionale, considera la sofferenza soggettiva anche alla luce del mondo affettivo e relazionale della persona. La famiglia e le persone care possono rappresentare delle risorse importanti per rispondere alle esigenze del proprio disagio.

Nel tempo il mio metodo di lavoro ha integrato l’approccio EMDR per il trattamento di eventi traumatici e delle esperienze stressanti.

Recentemente la Mindfulness, che focalizza l’attenzione sulla consapevolezza con cui viviamo le nostre sensazioni e i nostri stati emotivi, ha arricchito la mia vita e reso ancora più completa la mia metodologia lavorativa.

Modello Sistemico-Relazionale

Fonda le sue origini sulla teoria dei sistemi e della cibernetica.

La sofferenza della persona viene spiegata come il risultato della complessa correlazione tra esperienza soggettiva, ambiente in cui si vive e la rete delle relazioni significative di cui si fa parte.

EMDR

(Eye Movement Desensitization and Reprocessing)

E’ un approccio psicoterapeutico che consiste nella rielaborazione dei ricordi di eventi traumatici, di esperienze di vita disturbanti o legate allo stress, attraverso i movimenti oculari.

L’elaborazione che opera a livello cognitivo, emotivo, corporeo e fisiologico permette una riduzione o scomparsa dello stato di disagio personale e un maggior adattamento alle richieste del proprio ambiente.

L’EMDR viene inoltre utilizzato per migliorare le prestazioni lavorative e sportive.

Mindfulness

La pratica Mindfulness consiste nel coltivare l’intimità con noi stessi, attraverso l’essere presenti con consapevolezza nel qui e ora, sospendendo il giudizio e osservando le sensazioni, emozioni, pensieri, al fine di favorire una maggiore accettazione di sé e risolvere la sofferenza interiore.

La consapevolezza che emerge dal prestare attenzione di proposito, nel momento presente e in modo non giudicante, allo scorrere dell’esperienza, momento per momento. (Kabat-Zinn 2003)

Ultimi articoli

Immagine distensiva di un deserto

Mindfulness

Essere occupatissimi o comunque vivere la vita a ritmi accelerati, con l’aspettativa di fare più cose e più in fretta è il segno del nostro tempo. Ecco come ci aiuta la mindfulness.